Cloe Piccoli

Cloe Piccoli
Art Writer and Curator

“Un istante, una luce, una città medioevale, una lanterna giapponese, un edificio in vetro, i tigli del parco, il tessuto urbano della città, i viali a scorrimento veloce,  le rovine romane poco distanti, l’architettura razionalista del dopoguerra, la pietra di un intervento contemporaneo che evoca Stonehenge, l’origine, l’anima, il progetto. L’immagine di Filippo Romano racconta di come lo spazio intorno a noi stia cambiando, di come noi stiamo cambiando con lo spazio, e di come si stia trasformando quella bolla invisibile di cui parla Edward T. Hall in The Hidden Dimension, ovvero quello spazio che ogni individuo mette fra sé e il mondo, quello spazio necessario a percepire e sperimentare il mondo, quello spazio che usiamo per avvicinarci o allontanarci. Parla di noi quest’immagine di un’architettura di Kazuyo Sejima che illumina la sera in un parco di Milano.”

Cloe Piccoli

Filippo Romano
Bocconi Nuovo Campus – Milano

 

Samuele Pellecchia
Giulia Agostini

Leave a Reply

Your email address will not be published.

SUBSCRIBE OUR NEWSLETTER
TO STAY UPDATED ON OUR PROPOSALS

FACEBOOK

INSTAGRAM

Navigation
Close

YOUR PHOTOS

Close

Wishlist

Recently Viewed

Close

Categories